Uno strumento indispensabile quando si riprende il cielo notturno è un trigger di rilascio remoto per la fotocamera. I trigger vanno da semplicissime uscite via cavo tramite app per telefono che si collegano al Wifi della tua fotocamera, a Intervalometri molto specializzati. Volevo costruire qualcosa di ancora migliore …

Ho provato le app del telefono per le mie fotocamere e mancano di una funzione molto semplice: i tempi della modalità bulb. Ciò significa che quando si imposta la fotocamera in modalità Bulb e si avvia l’esposizione, la maggior parte delle app non mostra per quanto tempo l’otturatore è già aperto. Consuma anche la durata della batteria della fotocamera poiché il Wi-Fi o il Bluetooth devono essere attivi sulla fotocamera. Nella fascia media ci sono gli Intervalometri che possono essere programmati tramite un piccolo display e alcuni pulsanti e di solito funzionano abbastanza bene.

Ma cosa succede se “abbastanza bene” non è abbastanza?

Sono disponibili alcuni prodotti commerciali che suonano bene sulla carta, ma per me offrono troppe opzioni che per lo più non userò mai. Inoltre, sono spesso piuttosto costosi.

Dall’altra parte ci sono offerte economiche, ma poi mancano di una caratteristica che vorrei avere. Ovviamente non ho provato tutti i timer remoti, ma ne ho provati alcuni e nessuno di loro si adattava davvero alle mie esigenze. La cosa più fastidiosa, ad esempio, è non poter illuminare il display di un timer mentre è in funzione.

L’unico Intervalometro disponibile in commercio che sembra un vincitore è il LRTimelapse Pro Timer 2.5. Con un prezzo di circa 175 euro (~ $ 206 USD) non è economico, ma immagino che valga ogni centesimo. Gunther Wegner, l’uomo dietro LRTimelapse ha anche un tutorial molto carino su come costruire il proprio Intervalometro, che supera di miglia la mia build in termini di funzionalità.

Quali sono le mie opzioni?

Avrei potuto semplicemente costruire un file Timer remoto LRTimelapse gratuito ma non mi piace il display 2 × 40, l’obsoleto Arduino Uno e le sue dimensioni. Ci sono versioni più piccole ora disponibili tramite Forum LRT ma quello che mi interessa, al momento è closed source e non si adatta al mio stile. Se costruisco qualcosa, voglio anche scherzare con il codice.

Mentre cercavo altre opzioni mi sono imbattuto un progetto a partire dal Markus Kail, che sembrava promettente. Un alloggiamento abbastanza piccolo con lcd integrato, pulsanti, batteria e circuito di ricarica. Ho contattato Markus per ottenere il codice Arduino, poiché il collegamento era interrotto sul suo sito Web e mi ha mostrato lo stato corrente del suo timer, che sembra davvero lucido con una grafica davvero bella e un’interfaccia utente super elegante. Markus è stato così gentile da inviarmi questa versione e l’ho installata sul mio appena consegnato M5Stack.

Sembra semplicemente sbalorditivo, ha un sistema preimpostato molto potente ed è molto facile da configurare poiché calcola la durata, i tempi, ecc. Dei film per un’esperienza molto buona quando si utilizza il timer per il suo scopo principale: le riprese TimeLapse. (Le immagini sopra non mostrano lo stato corrente del suo timer.)

Il mio problema principale

“Il mio problema” esplicitamente, perché non c’è niente di sbagliato in quei prodotti. O autocostruito o commerciale. Semplicemente non mi stanno bene, perché i miei bisogni sono speciali (leggi: strano)

Nel mio caso, l’intervalometro non viene utilizzato per riprendere Timelapse e creare un video Timelapse al di fuori di esso. Il mio timer viene utilizzato al buio quando cerco le stelle, la Via Lattea o le piogge di meteoriti. Sparo pile di immagini per la riduzione del rumore, per immagini composite di meteore o per creare immagini di tracce stellari. Quando montato sul mio MSM Star Tracker Voglio avere il controllo totale sulle prime esposizioni per comporre le mie impostazioni.

Se non conosci il file Move Shoot Move Star Tracker assicurati di controllarlo, poiché è un piccolo dispositivo straordinario che semplifica l’allineamento polare. Ho girato con successo 4 minuti di sottotitoli senza alcun trascinamento. (Se utilizzi il codice coupon “DIRK” al momento del pagamento, riceverai uno sconto del 5% sull’acquisto completo).

Torna al tavolo da disegno

Per realizzare un prodotto adatto a me, devo prima ottenere le mie esigenze:

  • Modalità Bulb Start-Stop
  • Scatto a tempo
  • Display grafico illuminato
  • Le impostazioni sopravvivono a un ripristino
  • Universale per tutte le mie fotocamere
  • Ricaricabile tramite USB
  • Piccolo, ma non troppo piccolo in termini di dimensioni del display
  • WiFi o Bluetooth per aggiornamenti successivi (trigger remoto per leggero)
Fonte: https://xkcd.com/730/

Dato che avevo già l’M5Stack in giro, e spunta le scatole per la ricarica USB, il display e le dimensioni, ho pensato di riutilizzarlo. Inoltre avrei solo bisogno di una piccola breadboard per creare l’elettronica per il trigger della fotocamera e alcuni cavi per costruire i miei adattatori.

Ecco l’elenco completo delle cose che ho usato per costruire Timy (senza parti stampate in 3D)

Ovviamente hai bisogno di un cavo adatto alla tua fotocamera, o come ho fatto io, usa semplicemente il cavo di un timer che avevo già.

Costo totale: circa 50 Euro o $ 60 USD.

Il codice

Per prima cosa ho provato a programmare con il fantastico Libreria M5ez, ma l’M5Stack ha una caratteristica molto chiara che volevo mantenere. Se usi UIflow, il codice può essere aggiornato in modalità wireless. È anche possibile avere più di uno script su M5Stack e selezionare il programma desiderato durante l’avvio.

Uiflow è leggermente diverso, poiché “programmi” il codice utilizzando blocchi predefiniti e UIflow crea micropython codice fuori di esso. Non tutte le funzioni di micropython sono implementate in UIflow, ma puoi aggirare questo problema usando blocchi di “esecuzione” personalizzati e scrivi il tuo codice.

Codifica UIflow

Per fare in modo che l’M5Stack ascolti i tasti premuti durante il conteggio, ho usato i micropitoni integrati _filo libreria che purtroppo non è disponibile come blocco predefinito. Le variabili in UIflow sono sempre impostate su globale, che è una cosa da tenere a mente se si programma. Con UIflow e il concetto di aggiornamento del codice in modalità wireless puoi ottenere risultati molto rapidi e provarli molto rapidamente.

Dispone anche di un editor dell’interfaccia utente, quindi non dovrai più indovinare come sarà il risultato finale.

Elettronica

Per collegare la tapparella a terra ho usato una piccola breadboard e saldato insieme i seguenti schemi. Se vuoi controllare il pin di messa a fuoco della fotocamera tramite software, puoi usare il pin 29; Non ho bisogno dell’autofocus, quindi ho semplicemente collegato insieme la messa a fuoco e il perno dell’otturatore al pin 26 dell’M5Stack.

Astuccio

Per far combaciare tutto in modo ordinato, ho progettato una custodia e l’ho stampata in 3D in PLA. Tutto si incastra senza viti, il coperchio scorre semplicemente sul fondo della custodia.

Per supportare l’M5Stack in alto, ho appena disattivato la compensazione del piede di elefante in PrusaSlicer. Questo crea un labbro molto piccolo per evitare che l’M5Stack cada dall’alto. Tutto viene stampato senza supporti e si adatta perfettamente. La custodia ha anche un supporto per moschettone per fissarlo a un treppiede se non ti piacciono le altre opzioni di montaggio.

Se hai bisogno di apportare modifiche ai supporti o hai altre idee per il tuo caso, il mio design è disponibile su Tinkercad.

Come funziona

timy attualmente ha due modalità:

Bulbmode – Lo uso per ottenere la mia esposizione di base e per comporre la fotocamera per riprese temporizzate successive. Di solito scatto con un ISO più alto e poi calcolo il momento giusto per i miei scatti ISO più bassi. Può anche essere utilizzato come trigger remoto in questa modalità. La modalità più semplice di sempre.

Premere Start per aprire l’otturatore, Stop per chiudere l’otturatore. Stop è in realtà Pausa. Il pulsante Reset reimposta quindi il tempo a zero. Il display può essere spento durante l’esecuzione per risparmiare batteria. Le barre LED sul lato mostrano una luce Knight Rider durante la corsa.

Modalità timelapse – Sebbene non sia realmente utilizzato per TimeLapse nel mio caso, può essere utilizzato per scattare TimeLapse, ma è realizzato solo per i Timelapse in modalità Bulb oltre 1 secondo di esposizioni. Se è necessario un timer TimeLapse classico, è abbastanza facile da implementare.

Tutte le impostazioni vengono salvate in EEPROM e sopravvivono a un ripristino / riavvio. L’impostazione del ritardo è principalmente per dare alla fotocamera abbastanza tempo per salvare l’immagine sulla scheda SD e conta davvero solo con esposizioni inferiori ai 10 secondi. Se si espone per minuti, un’impostazione di ritardo pari a zero millisecondi non avrà molta importanza e scatta una foto dopo l’altra il più velocemente possibile.

Schermata iniziale
Imposta ore
Imposta i minuti
Imposta secondi
Imposta numero
Imposta ritardo
Otturatore aperto
In attesa di ritardo

Il mio Olympus E-M10 per istanze richiede un ritardo di 450 ms per ottenere tempi costanti inferiori a 60 secondi. Un’esposizione inizia sempre con il ritardo impostato.

Scarica

Tutti i download possono essere trovati sul mio GitHub per questo progetto: clicca qui.

video

Per mostrare il tempo in azione, ecco un video troppo lungo sui timer remoti e, naturalmente, sul tempo. Bonus: follia di ricarica USB.

Pensieri finali

Se hai domande su tempestività, suggerimenti, richieste di funzionalità o se desideri mostrare le tue build di tempestività, sentiti libero di lasciare un commento.


Circa l’autore: Dirk Essl è un architetto di soluzioni IT che lavora per una rete televisiva tedesca. Non è un programmatore, ma gli piace scrivere Software se qualcosa di cui ha bisogno non è disponibile. Corre anche lui il blog caffenol e la più grande comunità di caffenol In rete.

Puoi vedere più del suo lavoro su il suo sito web, o seguendolo Facebook e Youtube. Anche questo articolo è stato pubblicato Qui.





Fonte